Giornata mondiale dell’ambiente 2023 – “Turning off the Tap”: come eliminare l’inquinamento da plastica e creare un’economia circolare

Giu 5, 2023

Il 5 giugno è la giornata mondiale dell’ambiente e lo slogan di quest’anno, #BeatPlasticPollution, è un chiaro messaggio d’aiuto per un mondo che sta morendo soffocato dalla plastica.

Proprio sabato scorso si è concluso l’International Negotiating Committee (INC), al quale hanno partecipato 175 paesi che hanno approvato la realizzazione di una bozza di accordo sull’abbattimento della plastica, che sarà esaminata a novembre con l’obiettivo di un trattato finale entro il 2024. La posta in gioco è alta: la produzione annua di plastica, responsabile di circa il 3,7% delle emissioni globali di gas serra, è più che raddoppiata in 20 anni e potrebbe triplicare entro il 2060 se non si interviene.

L’inquinamento da plastica ha superato il “limite planetario” oltre il quale gli ecosistemi non sono più in grado di garantire condizioni favorevoli alla vita. Un inquinamento che potrebbe essere ridotto dell’80% entro il 2040 se i Paesi e le aziende, utilizzando le tecnologie esistenti, adottassero soluzioni basate sulle 3 “R”: riuso, riciclo e riorientamento della produzione (secondo il rapporto dell’Unep “Chiudere il rubinetto: come il mondo può mettere fine all’inquinamento da plastica e creare un’economia circolare”). Il passaggio a un’economia circolare comporterebbe un risparmio diretto e indiretto di circa 4.500 miliardi di dollari e un aumento netto di 700.000 posti di lavoro entro il 2040.

Anche noi di Carboni Steel, come distributori specializzati di prodotti siderurgici a valle di un sistema virtuoso e circolare, stiamo facendo la nostra parte adottando fonti energetiche rinnovabili ed elaborando, passo dopo passo, una politica di transizione ecologica che coinvolge produttori attenti alla sostenibilità ambientale e sociale dei processi.

Fonte: RaiNews.

Articoli recenti